Tenuta Pozzi | RE PLEUROTUS
15840
page-template-default,page,page-id-15840,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

RE PLEUROTUS

C’era una volta nel regno del molto molto lontano chiamato fungolandia un principe dal nome pleurotus III.

Era molto prestante, intelligente, amante delle belle arti e dei cavalli. Era però un principe triste perché non riusciva a trovare una fanciulla degna di essere sposata per diventare regina.

Un giorno , in una delle sue quotidiane passeggiate a cavallo insieme al suo allegro e fido scudiero dal nome riso chicco si imbatterono in un improvviso violento temporale, fu così che trovarono riparo presso un cascinale del suddito boletus IV.

Boletus IV che da tempo non frequentava la corte di Pleurotus III poiché molto malato, colse l’occasione per presentare al suo Re la sua famiglia.

Sua moglie Artemisa Menta degli Officinalis, suo figlio Prataiolo e Sua figlia Valeriana .

Re Pleurotus rimase impressionato dalla bellezza e dalla calma che con la Sua presenza Valeriana emanava tanto che non riusci’ a proferire parola se non , “sono molto ammirato della sua presenza”.

Nel frattempo il violento temporale si allontanò, e riso chicco invitò Re Pleurotus a rimettersi in cammino perché avrebbero fatto tardi nell’accogliere la delegazione giapponese giunta ad omaggiare il Re di fungolandia.

Fungolandia era un regno molto florido, con immense e verdi valli baciate dal sole e dal benessere . I sudditi erano contenti del loro re Pleurotus anche se tristi per l’assenza di una regina.

Dopo un lungo cammino finalmente Re e scudiero giunsero al Castello ove fervevano i preparativi per ricevere la delegazione giapponese. Giusto in tempo perché da li’ ad un ora sarebbe iniziato il ricevimento.

Per l’occasione Pleurotus III si preparò a ricevere la delegazione giapponese in alta uniforme regale e quando le porte della sala del ricevimento si spalancarono il Re rimase stupito nel vedere tanta bellezza nella principessa del Giappone che si prostrò dinnanzi a Lui. Si trattava di Shiitake Porcini XII, alta, di colore chiaro, con ampia fronte e sorriso smagliante.La fortuna volle che conosceva la lingua parlata a fungolandia, lo sporangium molto difficile da parlare per i foresti.

In questo modo, senza interpreti, Shiitake e Pleurotus incominciarono a fare conoscenza. In Pleurotus era ancora vivo il ricordo di Valeriana , la sua calma, pacatezza, ora con Shiitake era tutto diverso, aveva di fronte il brio, la sregolatezza , l’allegria. Ecco ! è quello che ci voleva! Finalmente una compagna allegra !

La mente di Pleurotus era travolta dai 1000 pensieri tra il desiderio per Valeriana e per Shiitake e non rendendosene conto era oramai notte fonda quando i due dovettero congedarsi.

Con fare ardito , Shiitake saluto Pleurotus dandogli un bacio sulle sue tenere orecchie, e Pleurotus al posto di diventare rosso , come se fosse stato cotto a puntino incomincio’ a diventare scuro all’avvicinarsi della bella shiitake con il suo inconfondibile profumo.

L’appuntamento sarebbe stato per l’indomani, per una gita nel regno di fungolandia .

Pleutorus passò una notte deliziosa, sentendo che nel suo cuore stava nascendo qualcosa per la bella Shiitake e finalmente venne mattino,

Il fido maggiordomo aceto balsamico si presentò nella stanza con i vestiti della giornata , una tenuta eccellente per l’occasione tale da impressionare la bella Shiitake. E balsamico in fatto di donne la sapeva lunga, sapeva lui come condirle, era un artista al riguardo, e spesso il Re si affidava ai suoi generosi consigli.

Finalmente Shiitake si presentò al cospetto di Pleurotus per la gita promessa, era uno splendore , per l’occasione aveva indossato un cappello ampio , colore avana e con qualche maculatura che richiamava il suo stupendo viso ricco di lentiggini segno di allegria e spensieratezza. Con fare deciso fu dato inizio alla visita delle proprietà reali e di una minima parte di fungolandia, ed il bello fu che al passaggio del corteo reale tutti i sudditi erano in esultanza perché avevano capito che Shiitake non solo si stava cucinando per bene Pleurotus ma che sarebbe diventata la futura regina di Fungolandia.

Al termine della visita oramai Pleurotus aveva deciso; Shiitake sarebbe stata la usa sposa, fu cosi’ che con fare scherzoso disse : “chiederò a tuo padre Karate Porcini di sposarmi!”

Shiitake scosse il capo , allargo’ le braccia e con fare scherzoso prese le orecchie di Pleurotus dicendogli: “spero proprio che con te non sia finita dalla padella alla brace”.

Da quel momento Pleruotus e Shiitake vissero felici e contenti per tanti ,tanti anni

Autore: Scotch